Monte Falco, Falterona a Capo d’Arno – 23 giugno 2024

Uscita con mezzi propri. – Lunghezza percorso Km 12 circa – Dislivello sia in salita che discesa circa 500 metri L’escursione in programma ci porterà nel Parco delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna che verrà affrontato dal lato del Mugello. Il percorso si svolge in boschi di faggio con qualche apertura sul crinale. Dalla […]

Continua a Leggere

Monte Prado e lago Bargetana – 7 luglio 2024

Iscrizione: sabato 22 giugno dalle ore 17:00 in sede o online su https://www.l2l.it/gitacai  Posti disponibili 50   L’escursione consiste in un  anello di circa 16,5 km – Dislivello 900 metri –  Difficoltà: EE (escursionisti Esperti). Il percorso non presenta difficoltà tecniche ma considerato il dislivello e la lunghezza richiede un buon allenamento.   Vai alla circolare !!!!

Continua a Leggere

Loro Ciuffenna: Pieravilla, le antiche   pietre scolpite a rilievo esistenti nella borgata (Incisioni sconosciute, Sole della Vita, Mamme o Mammelle longobarde)

Testo e foto di Vannetto Vannini Modine è una frazione del comune di Loro Ciuffenna a m 645 di quota ed è   un paese composto a quote altimetriche diverse da gruppi abitativi sparsi come Pieravilla, le Case, Poggiolo, la Rota e Modine. Questa dispersione a gruppi di case nel territorio, viene spiegata da Don Basilio […]

Continua a Leggere

Badia Santa Trinita in Alpe: Il patrimonio fondiario – Vita quotidiana nella prima metà del Novecento

Testo di Rossana Casini Santa Trinita in Alpe è stato il primo monastero benedettino del Casentino. Fondato in età ottoniana fra il 950 e il 961 divenne un importante struttura religiosa ed economica. Non è possibile avere un quadro completo del patrimonio fondiario dell’Abbazia in età medioevale per mancanza di fonti sufficienti. Dalle pergamene più antiche (secoli XI-XII) emerge con chiarezza la […]

Continua a Leggere

Pratomagno lorese: l’antica usanza di “rifrugare o ruspare le olive” dopo la raccolta. Una tradizione in perfetta sintonia con l’economia povera della montagna

Foto e testi di Vannetto Vannini Nel Pratomagno valdarnese con la varia morfologia dell’intero versante che va da nord a sud, la coltivazione della pianta di ulivo è   stata diffusa un po’ ovunque e compresa in quella fascia di territorio a terrazzamenti che inizia da poco sotto la Setteponti e arriva a quota 550/600 metri […]

Continua a Leggere

Il Bidecalogo CAI: un documento di grandissima attualità

Nel 2013 il CAI ha approvato definitivamente il “Bidecalogo”, un decalogo doppio, costituito cioè da 20 norme da tenere in e per la Montagna. Alla luce dei cambiamenti climatici in atto e del grande interesse che oggi riveste l’equilibrio dell’ecosistema montano, questo documento riassume le posizioni del Sodalizio in merito alle molteplici e complesse tematiche […]

Continua a Leggere

Tradizioni contadine: Sant’Antonio Abate, la notte in cui gli animali parlano

Tradizioni contadine: Sant’Antonio Abate, la notte in cui gli animali parlano Il 17 gennaio ricorre la festa di Sant’Antonio Abate e secondo la tradizione durante questa notte agli animali è data la facoltà di parlare. E’ il santo del mondo contadino e uno dei primi e più illustri anacoreti della storia della Chiesa. Figlio di una nobile famiglia egiziana, […]

Continua a Leggere

Quel mazzolin di Fiori – n.4/2023

Di seguito potete consultare o scaricare il numero 4 dell’anno 2023 del giornalino della nostra sezione “Quel mazzolin di fiori”…BUONA LETTURA !!!! Questo numero è dedicato alla memoria del Consigliere Massimo Ulivi, scomparso nei giorni delle festività natalizie  dopo una lunga e dura malattia. Tra le numerose attività seguite e portate avanti da Massimo ricordiamo […]

Continua a Leggere