La Villa fattoria Della Nave (Cicogna)

In Valdarno Ville e Giardini Ville e Giardini Terranuova B.ni

La villa costituisce tuttora la residenza estiva degli eredi Della Nave, proprietari del complesso da circa due secoli. La famiglia abitava, al momento dell’acquisto, a Firenze in un palazzo in via Bufalini al N° 3 e, come molte famiglie benestanti fiorentine, possedeva immobili in Valdarno. Villa fattoria della Nave1La villa di impianto chiaramente settecentesco,come testimoniano alcune strutture interne, ha subito varie modifiche nel corso del tempo, mantenendo però in generale il suo carattere originario. Situata a 250 m. di altitudine sulle pendici del Pratomagno costituisce buona parte dell’antico castello della Cicogna, alla scheda del quale vi rimandiamo per le notizie storiche relative. La Villa possiede uno dei giardini più interessanti del Valdarno. ll suo giardino botanico è stato progettato e costruito nella seconda metà del 1800 da Ferdinando Della Nave, socio fondatore della Società Botanica Italiana. Ferdinando decise di creare uno spazio verde dedicato alla conservazione di specie arboree, piante e arbusti di particolare interesse. Il podere di fattoria della Nave si dimostrò un luogo ottimo per tali sperimentazioni, grazie alla posizione collinare, che permetteva di piantare sia sul versante sud, sempre soleggiato, che sul versante nord, ombreggiato ed atto ad ospitare una vegetazione boschiva. Villa fattoria della Nave2Il giardino all’inglese, libero nelle forme e nelle disposizioni, si contrapponeva in quegli anni allo stile formale, molto rigido e geometrico, dei giardini italiani rinascimentali o barocchi. Molto diffuso in quell’epoca è inoltre l’interesse per il collezionismo, cioè l’utilizzo di un gran numero di specie vegetali, preferibilmente, esotiche. Nel parco Della Nave la predominanza del gusto collezionistico è testimoniata dalla considerevole quantità di specie arboree presenti (120), oltre che dal loro elevato numero (più di 700 solo gli alberi di alto fusto). Piante provenienti dai diversi angoli del mondo che oggi sono reperibili nei vivai specializzati, ma che all’epoca della costruzione del parco erano rarità difficilmente reperibili. In conclusione si deve  sottolineare che una visita al giardino botanico della villa Della Nave è un piacere per l’occhio e per lo spirito.Villa fattoria della Nave3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *