Il pranzo sociale!

Comunicazioni

In serenità ed amicizia abbiamo partecipato a questa simpatica ricorrenza che ci ha permesso di passare una piacevole giornata in compagnia di tutti gli amici del CAI con il complemento indispensabile dei buonissimi piatti e delle barzellette di Massimo, il patron del Pin Rose.

Un anno intenso, il 25° della nostra presenza in Valdarno, che ci ha impegnato in modo assiduo. Giustamente il Presidente ha sollecitato gli intervenuti a fornire quanto più possibile la propria disponibilità per supporto alle attività della sezione. Crediamo che la nostra Organizzazione sia diventata una presenza importante nel panorama degli operatori no-profit del nostro territorio, ma siamo impegnati a rendere ancora più incisiva la nostra azione e per questo abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti voi.

Molteplici sono i nostri progetti e variegati i campi in cui pensiamo di sviluppare la nostra azione. Partiremo certamente dalla presenza e dalla  valorizzazione della montagna, sia del Pratomagno che della crinale Valdarnese-chiantigiana, ma non ci dimenticheremo di fornire a tutti i nostri associati il supporto organizzativo per delle escursioni nelle più belle montagne italiane.

Ma in momenti di crisi economica come l’attuale pensiamo che chi ha disponibilità di lavoro e di tempo debba impegnarsi, pur nelle limitazioni di cui ognuno è partecipe, per favorire il formarsi di un fondamento solido su cui si possano sostenere iniziative di giovani e di operatori economici che vadano a beneficio della comunità. La nostra azione si svilupperà con questi obbiettivi e cercherà di raggiungere dei risultati da cui potranno partire delle iniziative della società civile per superare questi momenti difficili.

Non crediate che questo sia un proposito velleitario. Ripetiamo, con l’aiuto di tutti voi raggiungeremo questi obbiettivi di valorizzazione del territorio e delle eccellenze che vi risiedono.

Buone Feste e Buon Anno a tutti!