RISOTTO ALLE FRAGOLE

Giornalino Le Ricette di Daniela

Visto che è stagione voglio parlarvi della FRAGOLA, colore rosso attraente, bellezza della forma, fragranza e bontà del suo sapore, la “Fragrarea Rosacea” è un frutto solare: la stagione della luce che ritorna dopo il buio invernale. Il vero frutto sono i semini che vediamo sulla superficie mentre la parte rossa è un’infiorescenza ingrossata. La fragola era già nota ai Romani che la consumavano in occasione delle feste in onore di Adone. Secondo il mito infatti le lacrime della dea Venere cadute sulla terra dopo la sua morte, si sarebbero trasformate in cuori rossi dando origine alle fragole. Tra il 700 e l’800 Madame Tallien ne usava 10 kg alla volta per fare il bagno e mantenere una bella pelle. A tal proposito do una prima ricetta alle signore, per una maschera alla fragola. Schiacciate 4 o 5 fragole mature, aggiungete tre o quattro cucchiai di yogurt e un cucchiaio di miele, applicate sul viso per 30 minuti, sciacquate con acqua fresca e asciugate tamponando; vi verrà la pelle come quella di Madame. Questo frutto è un concentrato di proprietà curative, è diuretico, astringente e tonico, contiene vitamina C (5 fragole ne contengono una quantità pari a quella di un’arancia), favorisce l’assorbimento del ferro, utile per la formazione dei globuli rossi e per i muscoli, sono antirughe e riducono la cellulite, sono antiossidanti e contengono acido folico utile per il mantenimento della memoria. Per quanto riguarda la ricetta di cucina vi propongo un risotto alle fragole.

Unire le fragole tagliate con il vino bianco e lasciarle macerare per 20 minuti. In una pentola facciamo rosolare mezzo scalogno tritato con del burro (in alternativa possiamo usare l’olio d’oliva) aggiungiamo il riso e facciamolo rosolare ben bene. Non appena il riso è tostato, sfumiamo con il vino bianco e quando è evaporato proseguiamo la cottura con il brodo vegetale. Dopo 5 minuti aggiungiamo le fragole e continuiamo a far cuocere il risotto. A cottura ultimata mantechiamo con il burro e parmigiano, aggiustiamo di sale e impiattiamo avendo cura di mettere sopra alcune fettine di fragole e una fogliolina. 

Della fragola non è buono solo il frutto ma anche le foglie, quando sono in piena vegetazione prendetele e fatele seccare all’ombra e usatele per fare un tè dal sapore molto delicato. Con le foglie fresche facciamo un decotto facendole bollire in acqua e poi usarlo tiepido per fare sciacqui e gargarismi, guarisce le mucose della bocca infiammate La fragola si presta a mille usi, mettete quelle di bosco nel contenitore del ghiaccio, farete dei ghiaccioli molto singolari per l’aperitivo e tutti aspetteranno che il ghiaccio sia sciolto per mangiarsi le fragole! Con le fragoline di bosco potete anche fare sciroppi, e aromatizzare la vostra grappa! La fragola è veramente una panacea per tutti i gusti basta … non essere allergici!

Daniela Venturi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *