“RISOTTO ALLA MALVA”

Le Ricette di Daniela Notizie

Cari soci, vi ringrazio per la simpatia con cui leggete la mia rubrica di ricette e questa volta vi propongo un risotto a base di un’erba che conoscete tutti “la malva”. Nome scientifico “Malva sylvestris”, pianta molto apprezzata fin dall’antichità. Di pietanze a base di malva ne parlava nella Magna Grecia addirittura Pitagora e nella Roma imperiale Cicerone e Orazio. Nel medioevo tutti la consideravano la regina delle piante medicinali. La malva è raccomandata per le sostanze mucillagginose che essa contiene e per i principi attivi come la malvina e la malvidina che sono utili calmanti delle infiammazioni dell’apparato digerente ed urinario e come analgesico nei dolori artritici. In cucina si usano le foglie giovani e i nuovi getti, ma sono ricercati anche i fiori che si utilizzano per decorare le pietanze, arricchire le insalate e i boccioli possono essere conservati sott’aceto come i capperi.

Ingredienti:  2 manciate di foglie tenere di malva;  500 g di riso;  120 g di burro o olio di oliva;  2 litri di brodo vegetale;  3 cucchiai di panna;  3 cucchiai di Gruyère grattugiato o parmigiano;  una manciata di fiori di malva.
Procedimento:

sciogliere il burro in una casseruola e tostare il riso, versare il brodo caldo e dopo 5 minuti di cottura aggiungere le foglie di malva scelte fra quelle più giovani e sane. Poco prima che il riso sia cotto, unire la panna e il formaggio, regolare di sale. Spegnere il fuoco, unire una noce di burro e mantecare bene il risotto, lasciar riposare un minuto. Servire decorando con fiori di malva. Questo risotto risulterà bello, buono e soprattutto salutare! Tanti auguri a tutti dalla vostra Daniela Venturi. Per la foto cercatene una di una pianta di malva in modo che tutti la possono riconoscere.
Ciao alla prossima. dalla vostra DANIELA VENTURI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *