Anello Pulicciano – La Lama – Monte Cocollo – Galligiano

Percorsi Trekking Pratomagno

Partenza davanti alla chiesa di Pulicciano (575 mslm), paese alle pendici del Pratomagno, seguendo i sentieri CAI n°33 e 20, che corrono paralleli fino alle ultime case in località La Villa.

Punto di partenza e di arrivo : Pulicciano

Lunghezza sentiero : 17 km (circa)

Zone attraversate : La Lama, C.la Quercia al Nibbio, Odina, Cocollo, Galligiano

Punti di interesse : Pulicciano, La Lama, C.la Quercia al Nibbio, Odina, Cocollo, Galligiano

Percorso : EE

Descrizione :

Noi prenderemo a destra, seguendo il sentiero 33 e lasciando il sent. 20, uno stradello lastricato, molto panoramico.  A mezza costa in leggera discesa dopo un fossatello si inizia a salire fra ginestre pini e querce, di nuovo in discesa per raggiungere il borro di Faella che si supera con un ponticello romanico, qui merita una sosta per ammirare sia il ponticello che le sculture che ha fatto lo scorrere dell’acqua. Si risale fino a una chiesa isolata “Oratorio della Madonna della Lama”, per poi in piano raggiungere l’abitato della La Lama (580 mslm). Incrociamo in salita un breve tratto di strada asfaltata che lasceremo  per svoltare a destra in uno stradello di castagni, poco dopo arrivati ad un bivio svolteremo a sinistra in salita lasciando il sentiero CAI n°33. Questo tratto in costante salita, attraversa un bosco di latifoglie con notevoli scorci panoramici sul Valdarno ci conduce presso una postazione di pannelli fotovoltaici del comune di Castelfranco di Sopra. Proseguendo arriviamo ad una capanna di cacciatori dove è possibile un ricovero e rifornirsi di acqua. Arrivati a C. la Quercia al Nibbio ritroveremo il sentiero CAI n°33, il percorso ora sale borgo di Odina (675 mslm), struttura ricettiva con una bella chiesetta, posto panoramico. Ora  la pista continua in mezzo al bosco, giunti ad un’incrocio si prende a sinistra una forestale, chiusa da sbarra,  che sale a mezza costa, strada molto panoramica, dopo alcune curve si abbandona prendendo un sentiero a destra che conduce a casa Cocollo, ormai diroccata, e dopo alcune curve si raggiunge monte Cocollo (881 mslm), ove si trovano i ruderi di un antico castello. Lasciato il sent. 33 per prendere il sent. CAI 35 che prosegue sul crinale, uno dei più bei panorami godibili sul Valdarno ed oltre. Superato il Varco di Odina (858 mslm)   in un continuo sali-scendi si giunge all’incrocio del sent. 37 (890 mslm) che a destra porta al borgo di Gorgiti. Noi proseguiamo sempre sul crinale fino in località “capanna Rigodi” (920 mslm), a destra bivio pista per la Rocca Ricciarda, noi proseguiamo dritti per poco dopo svoltare a sinistra, lasciando il sentiero 35, prendiamo un sentiero di bosco che in ripida discesa ci conduce al borgo di Galligiano (680 mslm), qui fermarsi ad ammirare il borgo ed il bellissimo panorama . Dopo un breve tratto di discesa ritroviamo il borgo di La Lama dove sulla destra riprenderemo il sentiero fatto all’andata per tornare a Pulicciano.



Anello Pulicciano-Lama-Odina-M.Cocollo-Galligiano-Pulicciano