Anello Pergine – Santa Maria in Valle – Ponticino – Montelucci

Percorsi Trekking Valdarno

Un bellissimo percorso, facile anche se di lunghezza leggermente superiore alla media, che attraversa un territorio che viene difficilmente visitato, ma che è pieno di emergenze architettoniche e storiche, oltre che religiose, in maniera sorprendente.

Pergine Arno Ponticino Montelucci 1

Pergine Arno Ponticino Montelucci 2

 

 

 

 

 

 

Punto di partenza e di arrivo: Pergine

Dislivello: 450 mt

Zone attraversate : Colline tra Bucine e Ponticino

Punti di interesse :Pergine – Villa di RimaggioSanta Maria in Valle – Ponticino – Villa di MontelucciCastello di Montelucci

Difficoltà percorso : E

Descrizione :

Si parte dal cimitero diPergine dove è possibile parcheggiare facilmente. Dopo circa un centinaio di metri sulla strada asfaltata, in discesa, si volge a destra per una strada sterrata poderale che porta ad una abitazione che si costeggia sulla sinistra. Voltando a destra su stradella interpoderale si arriva alla statale 69 che si imbocca a sinistra fino alla prima Villa che ci appare dall’altra parte della strada: la villa di Rimaggio, villa storica e fattoria di molte produzioni agricole. Costeggiandola sulla destra, per strada sterrata e superando il centro Emmaus, si arriva al Santuario di Santa Maria in Valle. Santuario molto venerato e circondato da un bellissimo panorama che spazia fino a Laterina dall’altra parte dell’Arno. In breve, dopo aver ammirato le due farnie nei pressi del Santuario, si giunge in riva all’Arno che si costeggia per breve tratto, sempre proseguendo per stradella bianca fino alla deviazione sulla destra per strada poderale che ci conduce a Ponticino ed al “ponticino” del 1500 che ha dato il nome al paese. Superando le spontanee geremiadi sullo stato del ponte che solo in un paese come il nostro può essere tenuto in questo modo (2013), volgendo sulla destra, si procede in leggera salita da prima e in decisa salita nel proseguo, verso la villa ed il castello di Montelucci. La strada, che è strada vicinale e demaniale, attraversa tutta la valle del Ganascione, il borro sul quale è posto il “ponticino” e si da il caso che sia una bellissima valle pochissimo antropizzata. Solo presso il podere Campaccio ci potrebbero essere delle difficoltà con i proprietari che, in qualche occasione, hanno tentato di non permettere il passaggio degli escursionisti. Bisogna ribadire che, rimanendo rigorosamente dentro e nei limiti della stradella demaniale, chiunque ha il diritto di passare e nessun proprietario può vietare il passaggio. Quindi, gambe in spalla e attraversate correttamente la proprietà. Dopo l’abitazione la strada diviene tratturo, che si inerpica per gli ultimi rilievi che conducono alla villa di Montelucci, che troverete alla fine di una stradella di evidente selciato medioevale quando arriverete alla sommità del colle. Dopo la visita alla Villa è di rigore la salita alla chiesetta di San Tommaso, lì vicino sul colle,  che è l’ultima vestigia, assieme ad un lacerto murario, del medievale castello di Montelucci. Tornati brevemente sui nostri passi, dopo aver ammirato il panorama dal luogo del vecchio castello che, da solo, rende chiara l’esistenza del luogo fortificato, prenderemo a sinistra sulla stradella per raggiungere la Faella e quindi riportarci a Pergine, non prima di aver ammirato il Cristo in bronzo e sostato nel bel parco attiguo. Giunti in paese non disdegnate di fare un giro per le sue strade, sempre molto  piacevole, e di fermarvi al bar per una birra fresca od un caffè.

Pergine – Santa Maria della Valle – Ponticino – Montelucci