Anello di Montemignaio

Casentino Percorsi Trekking

Un percorso molto movimentato che permette di apprezzare un territorio poco conosciuto ma che riserva importanti motivi di interesse, sia naturalistico che storico architettonico. Montemignaio per molti sarà una scoperta, sia per la forma diffusa dell’abitato diviso in numerose piccole frazioni, sia per le caratteristiche architettoniche delle case in pietra, per la bellezza dei monumenti e delle numerose strade selciate che le uniscono e le intersecano.

Montemignaio

 

 

 

 

Punto di partenza e arrivo: Montemignaio

Lunghezza percorso: 13  Km circa.

Dislivello: 400 m circa

Zone attraversate: Casentino; Pratomagno;

Luoghi di interesse: Montemignaio, La Pieve di Santa Maria Assunta, Il Castello dei Conti Guidi.

Percorso: E (molto vallonato)

Descrizione

Si parte dalla Pieve di Montemignaio che merita senz’altro una visita. Prendendo a sinistra della Pieve ci si inerpica per una stradella selciata, la prima di una lunga serie, che ci conduce in breve, dopo essersi fatta sentiero, a ritrovare la strada asfaltata in località la Fonte. Riprendiamo in discesa per arrivare, tra vecchie case in pietra ma splendidamente ristrutturate al “Castello”. Il Castello dei Conti Guidi deve essere attraversato per goderne gli innumerevoli angoli e, dopo aver visitato la piazzetta dove è ancora presente il pozzo con davanti “Il Palagio”, si esce nuovamente dalle mura prendendo la strada asfaltata che si trova davanti. Fatti però cento metri si svolta a destra seguendo i segnali CAI e, dopo essere passati nella stradina tra case medievali, si arriva alla strada asfaltata sopra la frazione di Casodi. Si prosegue per la frazione di Campiano dove, attraversato l’abitato sempre su bella strada selciata, si prosegue su sentiero per la verità un po’ infrascato per giungere, dopo ampi panorami sul “Castello”, a superare il torrente Scheggia e giungere in un bel percorso boschivo in località Liconia dove, non lontano dalla Pieve dell’inizio percorso, vi è un bel punto dove si può sostare per un pranzo al sacco o per una merenda trovandoci anche acqua in abbondanza. Ritornati sulla piazza sotto alla chiesa ma subito svoltando a destra, davanti al Bar, si prende un sentiero che in nuova salita ci porta in località Fornello, tra belle case ancora ottimamente ristrutturate e dai bellissimi giardini pieni di ortensie. Si prosegue per “Il Santo”, chiesetta molto venerata dalla popolazione da dove, volgendosi verso Treggiaia e Valendaia ci dirigiamo in discesa verso il Bellissimo ponte Romanico sul torrente Pistiano. Da qui, volendo, con una variante di quindici minuti si arriva in località “La Maestà di Picche” dove è possibile ammirare una originale strada romana con tanto di selciato segnato dal passaggio dei carri. Seguendo invece la strada asfaltata per meno di un chilometro ci ritroviamo invece nella piazza della Pieve dove termina il nostro percorso.


Anello di Montemignaio