Una bella giornata di sport di amicizia e di esercitazione pratica

Comunicazioni Gruppo Alpinistico

Sveglia alle 7:25 e il meteo non promette niente di buono… prime incertezze dei partecipanti, che chiedono conferma delle intenzioni… cerchiamo di essere ottimisti, nonostante le prime defezioni, e in 9 ci troviamo alle 8:30 a Loro pronti per partire.
CatturaSaliamo verso Rocca Ricciarda trovando la prima neve sulla strada e nonostante la nebbia abbiamo la fortuna di ammirare un paesaggio imbiancato da favola, che devo dire ci ha poi accompagnato tutto il giorno. Parcheggiate le auto con nostro grande piacere vediamo spuntare il nostro caro amico Claudio Salemme che stava salendo verso la croce con suo fratello e suo nipote e decidiamo così di unire le forze… si parte finalmente direzione croce lungo il sentiero 21, inizialmente senza ciaspole, ma in seguito saremo costretti ad indossarle in quanto la quantità di neve fresca iniziava ad essere piuttosto abbondante. La salita si è svolta tutta sotto la nebbia e un leggero nevischio, che però non è stato affatto fastidioso vista la temperatura piuttosto piacevole grazie anche all’assenza di vento. Giunti alla croce, ci cambiamo e consumiamo il pranzo a sacco piuttosto velocemente per poi passare alla pratica come da programma. Mentre eravamo alla croce, si è alzato un po’ di vento sufficiente per ripulire il cielo dalle nuvole e regalarci ancora una volta un panorama fantastico. Il nostro Pratomagno riesce sempre a stupirci! Il richiamo delle frittelle di castagne della Rocca inizia a farsi sentire quindi prendiamo la via del rientro. Vuoi il sole ritrovato, vuoi l’abbondante neve fresca, vuoi l’ottima compagnia. insomma a questo punto l’animo goliardico prende il sopravvento e più o meno tutti ci siamo esibiti in scivolate, capriole e tuffi nella neve degni dei più grandi atleti. circensi. Giunti alla Rocca, paghi della bella giornata, si passa alla consueta sosta frittelle e una volta soddisfatto anche l’aspetto gastronomico ripieghiamo verso valle ringraziando di non esserci fatti convincere dal cattivo tempo a rimanere sotto le coperte.
Alla prossima…. Francesca Failli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *